C469 L’affidamento agli enti del terzo settore e il codice dei contratti pubblici

 

- ALLA LUCE DEL PARERE DEL CONSIGLIO DI STATO  DEL 20/8/18 N. 2052

DURATA
1 giorno

DATA
29 marzo 2019

ORARIO
9,00-14,30

RELATORE
Avv. Francesca PETULLÀ
Avvocato amministrativista in Roma

Il Consiglio di Stato su richiesta di ANAC interviene nel terzo settore e chiarisce che  le procedure previste dal Codice del terzo settore (quali la co-progettazione, l’accreditamento o il partenariato) configurano, in ottica europea, appalti di servizi sociali e, pertanto, sono sottoposte anche alla disciplina del Codice dei contratti pubblici, che si affianca, integrandola, a quella apprestata dal Codice del terzo settore. Fanno eccezione i casi in cui le procedure hanno carattere non selettivo, non teso all’affidamento del servizio, o sono finalizzate a rapporti puramente gratuiti.
Inoltre la disciplina recata dal Codice dei contratti pubblici prevale in ogni caso sulle difformi previsioni del Codice del terzo settore, ove queste non possano in alcun modo essere interpretate in conformità al diritto euro-unitario. L’Amministrazione, inoltre, deve specificamente e puntualmente motivare il ricorso a tali modalità di affidamento, che, in quanto strutturalmente riservate ad enti non profit, de facto privano le imprese profit della possibilità di rendersi affidatarie del servizio.
Il seminario intende inquadrare le tematiche e tracciare un percorso pratico di applicazione della normativa coordinata dei due ambiti.

PROGRAMMA
Il terzo settore e la disciplina dei contratti pubblici : il parere del Consiglio di Stato e i dubbi di ANAC. L’art. 55 del d.l.vo 117/17: dubbi sulla disciplina applicabile alla co-progettazione, il partenariato e all’accreditamento tra terzo settore e codice dei contratti pubblici. Le convenzioni con le organizzazioni di volontariato o le associazioni di promozione sociale. L’evoluzione della giurisprudenza della Corte di Giustizia sull’affidamento diretto dei servizi sociali con convenzione: il bilanciamento tra il principio di solidarietà e di concorrenza; Il coordinamento tra la disciplina dell’art. 56 del d.l.vo 117/17 e il codice dei contratti pubblici. Il regime “riservato” degli appalti di servizi sociali. Gli appalti di servizi sociali secondo la disciplina dell’art. 142 del d.l.vo 50/16 come modificato dal d.l.vo 56/17. Le concessioni di servizi sociali e l’uso dei beni pubblici. La disciplina del servizio di trasporto sanitario di emergenza e urgenza. Il terzo settore e gli affidamenti alle cooperative sociali.

La disciplina degli appalti e concessioni riservati agli operatori economici e alle cooperative sociali e loro consorzi nell’art. 112 del d.l.vo 117/17. La trasparenza, gli obblighi relativi l’intervento di ANAC e i poteri di vigilanza .

Ceida - Via Palestro, 24 - 00185 Roma, Tel. 06492531 - Fax:06.44704462 - Email: seminari Ceida