C454 Governance di sistema nella nuova disciplina dei contratti pubblici

 

 

- IL RUOLO DELL'ANAC E I COMPITI DI STAZIONE APPALTANTE

IL SISTEMA TRACCIATO DAL NUOVO CODICE – SEMPLIFICAZIONE E SOFT LAW – IL QUADRO DELLE DISPOSIZIONI ATTUATIVE – GOVERNANCE DI SISTEMA - RUOLO DEL GOVERNO E DELL'ANAC - QUALIFICAZIONE DELLA COMMITTENZA E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE - RATING PER LA VALORIZZAZIONE DEGLI OPERATORI ECONOMICI

DURATA
1 giorno

DATA
23 ottobre 2017

ORARIO
9,00 - 14,30

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: euro 250,00 + IVA (la quota è esente da IVA se corrisposta da Enti pubblici)

RELATORE
Avv. Stefano de MARINIS
Avvocato amministrativista in Roma - Esperto in materia di contrattualistica pubblica

Il Codice dei contratti pubblici, di cui al d.l.vo 50/2016, rappresenta senza dubbio un momento assai significativo per la disciplina di settore, paragonabile, per profondità di impatto culturale e omnicomprensività di contenuti, a ciò che la legge 109 fu, negli anni '90, per il più limitato contesto dei lavori. Il concetto di semplificazione, inteso nella più larga accezione possibile, unitamente al ripristino  di spazi di discrezionalità per l'azione amministrativa cui fa da supporto l'ANAC, rappresentano le innovative linee di sviluppo di un intervento occasionato anche dalla necessità di recepire 3 nuove direttive comunitarie e non contraddetto dal decreto correttivo 56/17. Il tutto secondo logiche e meccanismi che attendono necessariamente la prova dei fatti e che necessitano, per essere correttamente applicati, di opportuna conoscenza e approfondimento.

PROGRAMMA
Il sistema delineato dal nuovo Codice dei contratti pubblici; presupposti e ragioni della codificazione: il recepimento delle Direttive comunitarie e il riordino della disciplina vigente in materia. La legislazione comunitaria del 2014 e le relative motivazioni. Il riordino della legislazione vigente nel quadro della lotta alla corruzione e alle altre distorsioni del mercato. Il raccordo tra Codice dei contratti pubblici, Codice antimafia e l. 190/12 con le relative norme attuative.
Gli obiettivi di semplificazione del Codice dei contratti e gli strumenti attraverso i quali si applica: l'abrogazione dell'ambito regolamentare e il quadro normativo che ne deriva. Codice e disposizioni attuative; la c.d. soft law e il suo valore vincolante; tipologia di atti e limiti: le indicazioni del Consiglio di Stato e la collaborazione istituzionale. Il quadro delle disposizioni attuative.
La nuova governance e i relativi attori: la Cabina di regia, funzioni e competenze; il MIT e gli ambiti programmatori. L'ANAC e i nuovi strumenti di intervento a disposizione: poteri di iniziativa, di impugnativa e sanzionatori. Il recupero dell'incidenza sulla valutazione della performance dei dipendenti pubblici in rapporto all'osservanza del Codice dei contratti.  Gli altri soggetti istituzionali della Governance con i relativi ruoli.
La qualificazione delle stazioni appaltanti e i prescritti parametri. Centrali di committenza e accorpamento della domanda pubblica. La valorizzazione della qualificazione degli operatori economici e i rating. I presupposti per la riduzione del contenzioso.
Le ulteriori finalità ispiratrici della nuova codificazione: ambiente, salute e altri profili di tutela sociale. Il favor per le micro-, piccole e medie imprese.

Ceida - Via Palestro, 24 - 00185 Roma, Tel. 06492531 - Fax:06.49384866 - Email: seminari Ceida