C218 Programmi complessi e partenariati pubblico-privato (PPP) per lo sviluppo urbano

 

 

DURATA
1 giorno

DATA
8 novembre 2017

ORARIO
9,00-14,30

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: euro 250,00 + IVA (la quota è esente da IVA se corrisposta da Enti pubblici)

RELATORE
Prof. Ing. Francesco RUBEO
Docente di urbanistica, Università di Roma “La Sapienza”

La crescente riduzione delle risorse pubbliche, assieme a problematiche sempre più evidenti nella capacità gestionale della pubblica amministrazione, ha portato all’introduzione, a partire dagli anni ’90, di strumenti che avessero come obiettivo quello di reperire risorse e know-howdei privati per la realizzazione e, in alcuni casi, gestione di opere pubbliche.
Questo particolare tipo di strumenti va sotto la più ampia definizione di “partenariati pubblico-privato”, PPP, dei quali il cd. project financing è certamente il più noto.
La definizione di PPP si è evoluta assieme alla normativa europea talvolta escludendo o includendo alcuni strumenti rispetto ad altri, ma in generale, se ci si attiene alla definizione più letterale (e meno giuridica) il partenariato, partnership, è un forma nel quale pubblico e privato collaborano con un obiettivo comune, che è la realizzazione dell’opera pubblica, fermi restando i rischi imprenditoriali del privato e i conseguenti margini di remunerazione del capitale da questi investito nell’operazione.
L’approccio che si propone, quindi, è un approccio a “tutto campo” che vuole fornire un quadro complessivo della strumentazione di PPP oggi disponibile al fine di supportare tecnici e funzionari pubblici e privati, professionisti, amministratori, nelle scelte che dovranno operare, con la consapevolezza che ogni strumento ha le sue caratteristiche, i suoi limiti e i suoi ambiti di impiego. Non solo, nel ripercorrere l’intero percorso di “costruzione” di un PPP, si vedrà che l’individuazione dello strumento migliore è frutto di un processo articolato e complesso al termine del quale, solo quando si sono delineati i “margini” dell’operazione in termini tecnico-ambientali, economico-finanziari e socio-economici, sarà possibile individuare, all’interno di uno “scenario ottimale”, quale possano essere lo o gli strumenti più idonei alla specificità dell’intervento.

PROGRAMMA
Introduzione. La prima “crisi” delle risorse pubbliche degli anni ’90. L’introduzione dei nuovi strumenti per il coinvolgimento dei privati nella realizzazione delle opere pubbliche: la “nascita” del PPP in Italia. Definizioni, quadro normativo e nuove direttive UE. Costruire un PPP: fasi, attori, processo, criticità.
Gli strumenti di PPP. Strumenti di matrice urbanistica: i programmi complessi. Strumenti di matrice “immobiliare” per la valorizzazione dei beni immobili pubblici: vendita con convenzione e concessione di valorizzazione. Strumenti di PPP istituzionalizzato: società miste e società di trasformazione urbana. Strumenti di PPP inquadrati nel nuovo Codice degli appalti pubblici e nella legislazione in materia. Costruzione e gestione: le concessioni di LL.PP. e il project financing; finanziamento: leasing in costruendo e contratto di disponibilità.
La costruzione dei PPP: lo studio di fattibilità. Le fasi di costruzione e gestione di una PPP: definizione degli, obiettivi pubblici; studio di fattibilità e individuazione dello scenario “ottimale”; fase competitiva per l’individuazione del/i partner privato/i; realizzazione; gestione; monitoraggio e controllo pubblico.
Lo studio di fattibilità (SdF). Contenuti di uno SdF. Formazione del team di lavoro. Fasi dello studio di fattibilità: analisi tecnico-ambientali, socio-economiche, economico-finanziarie, giuridico-amministrative. Quadro delle compatibilità. Alternative di scenario. Individuazione dello scenario ottimale e scelta dello strumento di PPP. Valutazione dello scenario ottimale. Outoput dello SdF.
La scelta dello strumento di PPP. I contenuti dello scenario di attuazione in PPP: tecnico-ambientali, socio-economici, economico-finanziari giuridico-amministrativi. ruolo della fattibilità tecnico-ambientale, ruolo della socio-economica, fattibilità economico-finanziaria e piano economico finanziario, fattibilità giuridico-amministrativa, la scelta dello strumento di PPP.
Casi di studio. Realizzazioni, esperienze, criticità.

Ceida - Via Palestro, 24 - 00185 Roma, Tel. 06492531 - Fax:06.49384866 - Email: seminari Ceida