C075 La pratica delle opere pubbliche: ruolo e interventi del RUP dalla programmazione al collaudo

 

IL RUP NEL CODICE DEI CONTRATTI – LA DISCIPLINA DI DETTAGLIO DELLA LINEA GUIDA ANAC N. 3 – REQUISITI SOGGETTIVI E DI COMPETENZA PROFESSIONALE – I COMPITI – INTERVENTI DIRETTI NELLE FASI DELLA PROGRAMMAZIONE, DELLA PROGETTAZIONE, DELL'AFFIDAMENTO E DELL'ESECUZIONE - RAPPORTI ESTERNI E INTERNI ALLA AMMINISTRAZIONE DI APPARTENENZA - LIMITI ALLA RAPPRESENTANZA ESTERNA - RAPPORTI CON I VERTICI DELL'AMMINISTRAZIONE, DELL'UFFICIO DI APPARTENENZA, CON IL RESPONSABILE “ANTICORRUZIONE” E CON GLI ALTRI ATTORI DEL PROCESSO REALIZZATIVO – INTERFACCIA E OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE VERSO ANAC - REGIME DEGLI ATTI E RESPONSABILITÀ

DURATA
2 giorni

DATE
14-15 novembre 2018

ORARIO
1° giorno: 9-13/14-16,30
2° giorno: 9-14,30

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: euro 490,00 + IVA (la quota è esente da IVA se corrisposta da Enti pubblici)

RELATORE
Avv. Stefano de MARINIS
Avvocato amministrativista in Roma
Esperto in materia di contrattualistica pubblica

Il seminario propone una lettura sistemica della normativa primaria e delle indicazioni recate dalle diverse disposizioni attuative del Codice, incluse le Linee Guida dell'ANAC, con particolare riferimento ai compiti e ai requisiti di professionalità richiesti in rapporto alla complessità dei lavori, alle ipotesi di coincidenza con progettista e direttore dei lavori, ai nuovi interventi a presidio della fase di esecuzione del rapporto.

PROGRAMMA
Compiti e funzioni del responsabile unico del procedimento per la realizzazione di opere pubbliche nel nuovo codice, nelle diverse disposizioni attuative e nelle indicazioni dell'ANAC. Le fonti normative che disciplinano i relativi adempimenti: gli ambiti residui regolati dal diritto transitorio (art. 216, d.l.vo 50/16). Le interrelazioni con altre fonti normative: la l. 241/90 e la semplificazione amministrativa; le valutazioni di performance organizzativa e gestionale dei dipendenti. Requisiti soggettivi di nomina: i livelli apicali. Ruoli, competenze e funzioni del RUP in fase di programmazione, di progettazione di affidamento ed esecuzione dei contratti: enumerazione specifica e ambiti residuali. L'attribuzione degli incentivi secondo i parametri indicati dall'art. 113 del Codice.
Relazioni e rapporti con il responsabile per la lotta alla corruzione; con i vertici della Amministrazione di appartenenza; con tecnici e progettisti; con la direzione lavori; con i collaudatori; con le altre figure che intervengono nella fase di esecuzione dell’opera; con i deputati alla gestione della sicurezza. Deleghe al direttore dei lavori. Lo specifico ruolo del RUP nel caso di ricorso e/o utilizzo di centrali di committenza e strumenti aggregativi della domanda. Il RUP tra procedure di acquisizione di intese, pareri, concessioni ed autorizzazioni, validazione dei progetti, acquisizione di schemi contrattuali e verifiche degli adempimenti dell’appaltatore: in particolare l'accertamento della libera disponibilità delle aree e degli immobili necessari e le verifiche, anche a sorpresa, sull’effettiva ottemperanza a tutte le prescrizioni rese.
La fase di gara e le valutazioni di anomalia. La gestione delle gare senza bando. Consegna dei lavori e relative modalità: consegna anticipata; limiti. La vigilanza sul cantiere in capo alla Direzione lavori e i rapporti con gli assistenti e con l’appaltatore. Il subappalto e processo autorizzatorio. Sospensioni e ripresa delle attività esecutive e relative verbalizzazioni: i contenuti e la determinazione degli oneri da fermo lavori. Specifiche responsabilità sul rispetto dei tempi di pagamento. Iniziative per la risoluzione contrattuale in caso di inadempimento.
Modifica dei contratti durante il periodo di efficacia: obblighi specifici. L'art. 106 del nuovo Codice. Modifiche soggettive e oggettive. Casi di ammissibilità e copertura economica: il limite generale del divieto di alterazione della natura generale del contratto. La gestione delle risorse e i profili interni al rapporto contrattuale con l’impresa: la conferma della regola del quinto d’obbligo. Qualità e prezzo dei lavori in variante. Le comunicazioni all'ANAC.
Ultimazione dei lavori e collaudi. Il collaudo in corso d'opera e il certificato di regolare esecuzione. La redazione del CEL. Le penali. Il responsabile del procedimento nella gestione del contenzioso: l'accordo bonario e le transazioni. L'arbitrato. Il RUP in caso di concessione di lavori, nel PPP, negli altri contratti atipici e nel caso di ricorso alle centrali di committenza o ad altre forme di committenza aggregata.

Esame della giurisprudenza e delle pronunzie dell’ANAC in materia.

Ceida - Via Palestro, 24 - 00185 Roma, Tel. 06492531 - Fax:06.44704462 - Email: seminari Ceida