C049 Verifica e validazione della progettazione e controllo tecnico in esecuzione delle opere pubbliche

 

- AI SENSI DEL D.L.VO 50/2016 E S.M.I.

DURATA
2 giorni

DATE
7-8 giugno 2018

ORARIO
1a giornata: 9-13/14-16,30
2 a giornata: 9–14

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: euro 490,00 + IVA (la quota è esente da IVA se corrisposta da Enti pubblici)

RELATORE
Arch. Massimo CAPOLLA
Esperto lavori pubblici, Aler Milano, autore di opere in materia. Membro commissioni  delle norme: UNI 10721, UNI 10722, UNI 10337, UNI CEI 64/100, UNI 10998.

PROGRAMMA
Legislazione e normativa di riferimento per la verifica e validazione dei progetti di opere pubbliche nel nuovo Codice appalti. Art. 26 “Verifica preventiva della progettazione”, interpretazione, modalità e procedure in assenza degli articoli dal 44-59 dell’ex-Regolamento di esecuzione. Il controllo in esecuzione esercitato dal RUP ai sensi dell’art. 31 del d.l.vo 50/2016 e s.m.i.
La normativa UNI volontaria: qualificazione e controllo del progetto edilizio le norme di base di riferimento: UNI 10722 e UNI 10721. Cenni al sistema di gestione della qualità da possedere UNI EN ISO 9001/2015 ai fini delle soglie di operatività previste per le verifiche progettuali da parte dei soggetti qualificati in riferimento alle Linee guida n. 1, Affidamento dei servizi di ingegneria e architettura. Criteri di accreditamento e operatività degli organismi di ispezione di tipo A, B, C, secondo le UNI ISO/IEC 17020 e d.m. 119/08.
Introduzione alla programmazione e la progettazione degli interventi ai fini delle verifiche: aspetti della programmazione triennale e nomina RuP, progetto di fattibilità tecnica ed economica, progetto definitivo, progetto esecutivo e di contratto; interrelazione tra i vari livelli progettuali e tipologia di affidamento dei lavori; impostazione degli elaborati tecnici ai fini delle verifiche progettuali. Introduzione all’adozione dei Criteri ambientali minimi (CAM) per l’affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici e per la gestione dei cantieri della pubblica amministrazione; aspetti digitali della progettazione su base BIM (Building Information Modeling): cenni al capitolato informativo del modello d'informazioni di un edificio (lo standard IFC).
Principi per la verifica del progetto con accertamento della: completezza, coerenza e appaltabilità della progettazione; durabilità, minimizzazione dei rischi, rispetto dei tempi; sicurezza, adeguatezza prezzi, manutenibilità dell’opera.
Ruolo del RUP ai fini della verifica/validazione del progetto nei rapporti con i soggetti deputati alle verifiche interni o esterni all’amministrazione — responsabilità, operatività, incentivo — a seconda delle soglie di importo dei lavori e di qualifica dei soggetti.
Controllo tecnico-amministrativo in esecuzione: cenni al controllo sui livelli di qualità delle prestazioni, da parte del RUP, dei soggetti professionali preposti alle attività della fase di esecuzione del contratto. Controlli finalizzati all’art. 31 del d.l.vo 50/16. La norma UNI 10721.
Esercitazione: definizione di una procedura per la verifica e la validazione dei progetti interna all’Amministrazione tramite un sistema di controllo formalizzato attraverso procedure operative e manuali d’uso per importi <1 milione di euro e propedeutici per l’ottenimento della certificazione secondo le norme UNI ISO 9001/2015. Redazione un Piano di controllo per le verifiche progettuali composto da: Regolamento interno e istruzioni informative (manuali d’uso), cronoprogramma delle verifiche, e documentazione per il controllo: verbali, rapporti tecnici in itinere e di validabilità, check-list ausiliarie. Validazione del progetto da parte del RuP: verbali di validazione, atto di validazione.

Ceida - Via Palestro, 24 - 00185 Roma, Tel. 06492531 - Fax:06.44704462 - Email: seminari Ceida