A657 Il Responsabile del procedimento e la gestione di progetti nella PA

 

IL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO. IL DIRITTO DI ACCESSO. LA CONTRATTUALISTICA PUBBLICA. IL RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO (RUP): COMPITI E FUNZIONI. OBBLIGHI E RESPONSABILITA’ DEL RUP IN MATERIA DI ACCESSO. TRASPARENZA, ANTICORRUZIONE E CONTRATTI PUBBLICI. LA GESTIONE DI PROGETTI NELLA PA. GLI STRUMENTI DEL PROJECT MANAGEMENT

 

DURATA
3 giorni

DATE
3-4-5 giugno 2019

ORARIO
9-14,30

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: euro 640,00 + IVA (la quota è esente da IVA se corrisposta da Enti pubblici)

RELATORE
Dott. Vincenzo VARCHETTA
Funzionario direttivo e RUP per la PA, esperto in contrattualistica pubblica, project management, anticorruzione e trasparenza

La figura del Responsabile Unico del Procedimento (RUP) nella PA e le specifiche competenze richieste per svolgere tale ruolo, hanno subito una netta evoluzione in virtù delle modifiche normative in materia di accesso agli atti e della delibera dell’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC). La Linea Guida n. 3 stabilisce particolari requisiti di professionalità ed esperienza rispetto alle previsioni normative del Codice degli Appalti, in relazione alla complessità dei lavori/servizi gestiti.
Il possesso di competenze - da parte del RUP – anche in materia di project management diventa elemento imprescindibile per la corretta realizzazione delle attività gestite dalla PA. Il corso si propone due principali obiettivi: nei primi due moduli formativi si intende fornire un’adeguata preparazione giuridico-normativa e un’attenta analisi di casi pratici in merito a due tra i più rilevanti profili di responsabilità del RUP: l’accesso agli atti e la trasparenza da un lato, i contratti pubblici e la prevenzione della corruzione, dall’altro. Nel terzo modulo formativo l’obiettivo è quello di orientare i partecipanti verso l’approccio tecnico-amministrativo e gestionale del project management.
In ogni modulo verranno ampiamente affrontati gli aspetti pratici e concreti di competenza del RUP, anche attraverso esercitazioni, test, predisposizione di atti e documenti, case history, utilizzo degli strumenti di project management.

PROGRAMMA
I modulo (6 ore) – Il Responsabile Unico del Procedimento (RUP): natura, funzioni, compiti e responsabilità nel procedimento amministrativo e in materia di trasparenza e diritto di accesso.
Il procedimento amministrativo. La disciplina dell’accesso agli atti. L’evoluzione del diritto di accesso: dalla legge n. 241/90 alle recenti innovazioni introdotte dal d.lgs. n. 33/2013 e ss.mm.ii. Accesso civico e accesso civico generalizzato (FOIA) La disciplina dell’accesso civico con il d.lgs. n. 33 del 2013 e la trasparenza quale misura di prevenzione della corruzione. Il ruolo dell’ANAC.  La natura giuridica del diritto di accesso. Il regime della responsabilità dei funzionari pubblici e del RUP: la responsabilità per rifiuto, differimento e limitazione e le relative sanzioni. La procedura dell’accesso agli atti e il ruolo del Responsabile del Procedimento. Analisi coordinata delle fonti normative tra norme generali, Regolamento sull’accesso, giurisprudenza e Prassi. La decisione sull’ostensibilità: motivazione e discrezionalità. Redazione del provvedimento.

II modulo (6 ore) – Contrattualistica pubblica. Ruolo e funzioni del RUP nel Codice dei Contratti Pubblici e alla luce delle Linee Guida ANAC
Requisiti e nomina del RUP. Le linee Guida Anac n. 3. Il gruppo di supporto al RUP. Il direttore dei lavori e il direttore dell’esecuzione dei contratti pubblici (DEC). Responsabilità e compiti del RUP nelle fasi di aggiudicazione, esecuzione e controllo delle procedure di gara. Il RUP e le procedure di scelta del contraente. Le singole procedure: la procedura aperta, la procedura ristretta, la procedura negoziata (previa pubblicazione di un bando di gara e senza pubblicazione di un bando di gara), il dialogo competitivo, gli accordi quadro. L’istituto dell’avvalimento. La determina a contrarre, l’avviso di pre-informazione, il bando di gara e la lettera di invito: analisi dei contenuti indispensabili alla luce delle Linee Guida ANAC. I criteri di aggiudicazione delle offerte: il prezzo più basso e l’offerta economicamente più vantaggiosa. Il sub-procedimento di verifica dell’anomalia delle offerte. La proposta e la determina di aggiudicazione. Le verifiche dei requisiti, l’aggiudicazione definitiva e l’esecuzione del contratto.

III modulo (6 ore) Il Project Management e la gestione di progetti nella PA
Pianificazione e programmazione degli obiettivi di progetto. Pianificazione e controllo dei tempi e dei costi. Realizzazione e monitoraggio delle attività progettuali. Il Project Manager e il team di progetto. Le competenze tecniche del Project Manager: conoscenza di strumenti e modelli, capacità di negoziazione e di gestione delle risorse. Le competenze trasversali del Project Manager: leadership, capacità di team building, trasferimento di metodologie e processi, coaching e motivazione del gruppo di lavoro. Gli “attori chiave” del progetto: stakeholder, beneficiari, soggetti attuatori.
Gli strumenti e le fasi del Project management:

  • Il PCM: Project Cycle Management
  • Il LFA: Logical Framework Approach
  • Il WBS: Work Breakdown Structure (outputs, outcomes e deliverable)
  • Il GANTT e il PERT
  • Il BUDGET di progetto (Breakdown budget)
  • Il Risk Management
  • Il lancio del progetto
  • Il piano di comunicazione
  • Gli strumenti ICT: software, app, web, social media.

.

Ceida - Via Palestro, 24 - 00185 Roma, Tel. 06492531 - Fax:06.44704462 - Email: seminari Ceida