CF27 Appalti sociali e clausole sociali

 

CF27
Appalti sociali e clausole sociali

DURATA
2 ore

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: euro 190,00 + IVA (la quota è esente da IVA se corrisposta da Enti pubblici)

RELATORE
Avv. Francesca PETULLÀ
Avvocato amministrativista in Roma. Esperto in appalti

Il nuovo Codice degli appalti dedica gli articoli 140, 141, 142, 143 e 144 alla materia specifica degli appalti nei servizi sociali e agli altri servizi specifici di cui all'allegato IX.
A differenza della disciplina previgente, che qualificava i servizi sociali tra i servizi esclusi dall'ambito di applicazione del Codice, il d.l.vo 50/16 prevede l'applicazione agli stessi delle norme del nuovo Codice al superamento della soglia prevista dall'art. 35 (appalti di importo pari o superiore a 750.000 euro) e introduce un regime differenziato soltanto per quanto concerne la pubblicazione degli avvisi (art. 142) e la possibilità di affidamento riservato alle organizzazioni del Terzo settore (art. 143).
Il seminario intende fornire agli operatori del settore le indicazioni operative per individuare il fabbisogno e applicare le regole di selezione dei prestatori di servizi delle cooperative, alla luce del d.l.vo 50/16 e della normativa di settore, in modo da garantire la corretta gestione, la qualità dei servizi resi e stimolarne la produttività, evitando di incorrere negli errori più comuni.

PROGRAMMA
Gli appalti sociali nel codice. La scomparsa dell'all. II b e il nuovo allegato IX. Il ruolo dell’ANAC, quale Autorità di regolazione, nel settore dei servizi sociali: a) delibera n. 32 del 20 gennaio 2016, linee guida per l’affidamento di servizi a enti del terzo settore e alle cooperative sociali; b) delibera n. 911 del 31/8/16, sulla persistente validità della delibera n. 32 e sugli obblighi di aggregazione e centralizzazione delle committenze; c) comunicato del 14/9/16, indicazioni operative alle stazioni appaltanti e agli operatori economici in materia di affidamento di servizi sociali.
Le disposizioni degli artt.142 e 143, Il sottosoglia e il soprasoglia degli appalti sociali come modificato nel correttivo al codice. Le norme dell'art. 112: la riserva a favore di chi. L'apertura all'impresa e gli artt. 30 e 50. Il ricorso al MEPA. Le procedure ordinarie.
I requisiti di partecipazione: la localizzazione e l’esperienza pregressa.
Limiti all'affidamenti all'uscente: la difficile rotazione. La giurisprudenza sulla capacità tecnici per gli SPAR. L'avvalimento; spunti critici. La suddivisione in lotti.
Le altre forme di collaborazioni del codice dei contratti. La concessione di servizi e il parternatiato. L’esperienza dell’uso dei beni confiscati.
La sussidiarietà verticale. La coprogettazione. L’esperienza del “dopo di noi”. Gli affidamento alle associazioni di volontariato.

La offerta economicamente più vantaggiosa nella sola forma della valutazione del merito qualitativo. La difficile soluzione della clausola sociale. Il dettame normativo. La posizione di Anac e la giurisprudenza.

Ceida - Via Palestro, 24 - 00185 Roma, Tel. 06492531 - Fax:06.49384866 - Email: seminari Ceida