CF11 La responsabilità e il procedimento disciplinare dopo la riforma Madia

 

- I PRINCIPI PORTANTI DEL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE
- FONTI LEGISLATIVE E CONTRATTUALI DELLA RESPONSABILITÀ DISCIPLINARE. IL CODICE DI COMPORTAMENTO
- IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE E LE SUE TAPPE E I RAPPORTI CON LA RESPONSABILITÀ PENALE

DURATA
3 ore

QUOTA DI ISCRIZIONE: euro 190,00 + IVA (la quota è esente da IVA se corrisposta da Enti pubblici)

DOCENTE
Prof. avv. Vito TENORE
Consigliere della Corte dei conti, Professore SNA

PRESENTAZIONE
Il corso intende aggiornare dirigenti e addetti all’U.P.D. sulle novità della riforma Madia e sulla più recente giurisprudenza della Cassazione. Saranno analizzate le fonti della materia, i principi portanti e il procedimento, con analisi casistica di questioni che vengono al pettine degli organi disciplinari. Saranno forniti utili suggerimenti per evitare errori e omissioni. Il corso è utile per ogni dipendente che voglia aggiornarsi sulla responsabilità disciplinare nella P.A. e per gli Avvocati.

CONTENUTI DEL CORSO
Il procedimento disciplinare secondo il T.U. 165/01, i contratti collettivi e il d.l.vo 150/09. Incidenza della legge anticorruzione 190/12, della legge Madia 124/15, del decreto anti-assenteisti 116/16 (corretto dal d.l.vo 118/17) e del decreto 75/17 attuativo della riforma Madia. Le sanzioni disciplinari e il nuovo Codice di comportamento dei dipendenti pubblici (attuativo del d.P.R. 62/13). I nuovi illeciti nel decreto Madia 2017. I principi portanti del sistema disciplinare: obbligatorietà, contraddittorio, tempestività, proporzionalita, ecc. Novità nel decreto Madia 75/17: la riadozione del potere disciplinare in caso di sproporzione.
Il procedimento disciplinare e le sue tappe dopo il decreto Madia 75/17: contestazione degli addebiti, istruttoria, sanzione. Le nuove competenze dell’UPD e dei dirigenti, termini più rapidi, snellimento procedimentale e diritto di difesa del soggetto incolpato, i vizi delle sanzioni non invalidanti.
Rapporti tra procedimento penale e procedimento disciplinare alla luce della l. 97/01, del d.l.vo 150/09, della riforma Madia 75/17, del decreto anti-assenteismo 116/16 e della più recente giurisprudenza costituzionale. Il licenziamento rapido degli assenteisti nei decreti 116/16 e 118/17, e l’applicazione a nuove casistiche nel d.l.vo 75/17. La disciplina delle sospensioni cautelari in corso di procedimento disciplinare e di procedimento penale dopo la l. 97/01 e il decreto 116/16.
Le responsabilità dei dirigenti e dei componenti dell’UPD nel caso di omessa o tardiva apertura e/o definizione dei procedimenti disciplinari (d.l.vo 150/09), per omessa o tardiva denuncia alla Corte dei conti di fatti dannosi per l’Erario e alla Procura della Repubblica di fatti penalmente rilevanti. La nuova disciplina del danno all’immagine alla luce della l. 190/12, del d.l. 78/09 e del d.l.vo 174/16 (Codice della giustizia contabile). Sospensione cautelare e licenziamento degli assenteisti nel d.l.vo 116/16.

N.B.: Il video-corso in FaD differita sara' erogato mediante la piattaforma di e-learning del Ceida, concepita per rendere la fruizione della didattica efficace e semplice. L'utente potra' accedervi, dopo aver ottenuto le credenziali di accesso, 24 ore al giorno senza alcuna limitazione per un periodo di 10 giorni; il partecipante otterra' un attestato di frequenza al termine della fruizione del corso.

Ceida - Via Palestro, 24 - 00185 Roma, Tel. 06492531 - Fax:06.49384866 - Email: seminari Ceida